cerca nel sito

La Malva

Per chi ama la raccolta delle piante officinali i mesi di aprile e maggio sono ideali. Giá infatti compaiono nei campi timo, valeriana, malva, tarassaco che con le loro proprieta' farmacologiche sono un vero miracolo per i mali di stagione. Quale miglior cura infatti di un decotto di timo per raffreddore e raucedine?

Ma è della malva che voglio parlarvi oggi ,pianta dalle mille proprieta' salutari. Riconoscerla è facile: i suoi fiori color lilla venati di rosa sono unici.

Cosa si puo' curare con la Malva? Tantissime patologie ,alcune delle quali di difficile risoluzione per la medicina ufficiale.

Prendiamo ad es le stomatiti : sono infezioni dovute ad un virus erpetico molto aggressivio. Esso colpisce l'epitelio della bocca e della lingua creando afte dolorose e fastidiose. Se questo virus colpisce i bambini le ulcere buccali possono addirittura impedir loro di mangiare portandoli ad un vero stato di denutrizione. Bene la medicina ufficiale puo' fare davvero poco per questa patologia: colluttori disinfettanti (che spesso però con la loro potenza disepitelizzano la mucosa buccale) o farmaci antivirali che a parte le afte non sono proprio il massimo per la salute visto che presentano molte controindicazioni. Bene: per chi voglia seguire la medicina alternativa puo' preparare un decotto con foglie e radici di malva .

L'enorme potere antiinfiammatorio delle mucillagini di questa pianta risolvera' nel giro di pochi giorni la patologia aftosa. Le lesioni sull'epitelio della bocca miglioreranno velocemente e se durante le toccature o gli sciacqui un po' di decotto di malva sara' ingerito meglio cosi';a differenza dei prodotti chimici infatti ,tisane e decotti di malva possono essere assunti a litri senza nessun effetto collaterale. Altre patologie ove la malva esplichi tutto il suo potere benefico sono:le infezioni delle vie urinarie e le gastriti. Una cistite ribelle alla cura degli antibiotici richiede in genere farmaci sempre piu' potenti che probabilmente domineranno la cistite ma daranno effetti collaterali quali danni epatici o altro. La malva invece non ha nessun effetto negativo anche se bevuta in eccesso :nei casi di infezione delle vie urinarie si consiglia un decotto di:radici di malva, rusco ed erika; eseguendo un esame delle urine prima e dopo la cura si notera' che in una buona parte dei casi il processo infiammatorio delle vie urinarie scompare.Ancora piu' utile la malva lo è per le gastriti.Nelle persone stressate e nervose che producono in eccesso succhi gastrici.

a cura del Dott. Ciro Vestita